Scegliere le Porte Interne con Micheloni

Scegliere le porte interne della propria casa non è facile e spesso diventa particolarmente stressante, se unito ad un’intera ristrutturazione. Non bisogna però farsi prendere dal panico o dalla fretta e considerare ogni opzione disponibile per poter scegliere le porte interne perfette per le proprie esigenze, essendo veri e propri elementi d’arredamento che devono durare negli anni.

Micheloni Porte ha quindi creato una guida con i punti principali da considerare per scegliere le porte interne perfette, in linea generale bisogna pensare alla porta sia dalla parte pratica e funzionale che da quella del design.

Dal punto di vista della funzionalità le domande da porsi sono per esempio dove va la porta, se deve salvare gli spazi di un ambiente, se deve dare luce o se deve isolare da essa. Dal punto di vista del design invece bisogna pensare allo stile della propria casa, se classico o moderno, se la porta deve essere neutra e discreto o dal design accattivante e importante.

Una volta fatto il punto, bisogna entrare nella parte più tecnica e difficile composta da 5 importanti passaggi:

I materiali

Le porte interne sono, nella maggior parte dei casi, sono in legno. Per una maggiore duratura, resistenza e qualità, il legno massello è la porta d’eccellenza, come quelle del brend Micheloni Porte.

Se no troviamo le porte in tamburato (una struttura a nido d’ape chiusa da due pannelli in mdf) come quelle di Mdoor.

Molto richieste negli ultimi anni sono invece le porte con anta tutta a vetro e, a seconda del modello, con telaio in legno, come i modelli della collezione Dglass di Mdoor.

Le Essenze e le Finiture

Le essenze e le finiture di una porta in legno massello sono molteplici, nel caso di Micheloni Porte, solo le essenze sono 5 (pino, tiglio, toulipier, frassino, castagno e rovere) ciascuna con diverse finiture tra cui poter scegliere. La scelta della finitura è essenziale, essendo lei a definire la porta, dallo stile più moderno, con un laccato poro chiuso, o più classica con un laccato poro aperto, che lascia intravedere le caratteristiche venature del legno o un effetto invecchiato, perfetto per un effetto rustico e caratteristico.  

Nel caso delle porte tamburate di Mdoor invece, le essenze sono due: Frassino e Rovere e ognuna di esse ha a disposizione sei diverse finiture.

Lo Stile

Lo stile della porta va a sposare la finitura e tutto il resto dell’arredamento di casa.

Con Micheloni Porte è possibile scegliere tra tre diverse tipologie divise a loro volta in collezioni:Le Classiche (collezione Classica, Classica Slide e Millenium), Le Moderne (collezione Moderna, New Line e Cubica) e infine Le Essenziali (collezione Style, Linear e Linear Bugnata).

Con Mdoor invece è possibile scegliere tra quattro differenti collezioni: Pwood/Pglass (porte in legno e a vetro con stampa digitale), Swood (porte con intarsi in vera pietra) e Dglass (porte con anta tutta a vetro classica o con stampa digitale).

I sistemi di apertura

La scelta dei sensi di apertura è quella che fa davvero la differenza, in questo caso bisogna ragionare bene alla funzionalità. La porta più comune è quella a battente, perfetta quando non si hanno problemi di spazi o non si hanno particolari esigenze.

Se si ha invece bisogno di salvare più spazio possibile la porta scorrevole interno muro è la soluzione migliore. Però, nel caso non si possano fare modifiche alla struttura della casa, la soluzione perfetta è una porta pieghevole (o a libro) simmetrica o asimmetrica.

Se lo spazio non è invece il problema ma si vuole puntare sul design, la porta scorrevole esterno muro è la scelta migliore, per uno stile unico e moderno infatti basta scegliere l’anta con stampa digitale, intarsio in pietra o con anta tutta a vetro come nel caso delle porte Mdoor.

Per andare maggiormente nel dettaglio clicca QUI e leggi l’articolo dedicato solo ai sensi di apertura.

Le Misure

Le porte da interni standard sono solitamente 80cm di larghezza e 210cm in altezza, misure che permettono il passaggio dei mobili.

Ci sono però casi in cui lo spazio per la porta è differente, può essere più ampio come in saloni e cucine molto grandi che spesso possono richiedere una porta doppia anta. Oppure ci sono ambienti come ripostigli e bagni di servizio che richiedono misure più ridotte, soprattutto in larghezza.

Clicca QUI e scopri il fuori misura con Micheloni Porte.

Questi sono quindi i punti principali da seguire per scegliere le porte interne perfette per la propria casa senza sbagliare!

Condividi il post!